Set 302015
 

È primavera… svegliatevi bambine

alle cascine, messere Aprile fa il rubacuor.

E a tarda sera, madonne fiorentine,

quante forcine si troveranno sui prati in fior.

 

Fiorin di noce,

c’è poca luce ma tanta pace,

fiorin di noce, c’è poca luce;

fiorin di brace,

Madonna Bice non nega baci,

baciar le piace, che male c’è?

 

È primavera… svegliatevi bambine

alle cascine, messere Aprile fa il rubacuor.

È primavera… che festa di colori!

Madonne e fiori tentaste il genio d’un gran pittor.

E allora, a sera, fiorivano gli amori,

gli stessi amori che adesso intrecciano i nostri cuor.

 

Fiorin dipinto,

s’amava tanto nel quattrocento,

fiorin dipinto, s’amava tanto;

fiorin d’argento,

Madonna Amante le labbra tinte

persin dal vento si fa baciar!

È primavera… che festa di colori!

Madonne e fiori trionfo eterno di gioventù.

 

Michele Galdieri, Giovanni D’Anzi Copyright: S.I.A.E. Direzione Generale

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Sorry, the comment form is closed at this time.